Come fare la manutenzione dell’impianto fotovoltaico

solar-panels-1794467_960_720

EBP_manutenzione-01EBP_manutenzione-02

L’installazione di un impianto fotovoltaico consente un ottimo risparmio sulle bollette e permette l’utilizzo di una fonte di energia rinnovabile, con un impatto positivo sull’ambiente.
Tuttavia, una volta posizionato l’impianto, è necessario mettere in atto alcune buone pratiche che ne garantiscano l’efficienza e la durata.
Per questo motivo è fondamentale la manutenzione dell’impianto fotovoltaico.

Se non l’hai ancora messa in programma, forse è venuto il momento di pensarci.

In cosa consiste la manutenzione dell’impianto fotovoltaico

Ogni impianto fotovoltaico ha una durata, per gli standard attuali, di circa 20-25 anni, a condizione che vengano fatti i giusti interventi di pulizia e gli adeguati controlli.
Il vantaggio è che, in linea di massima, gli elementi degli impianti fotovoltaici hanno una buona resistenza agli agenti atmosferici, a cui sono costantemente esposti.
L’attività di manutenzione si concentra prevalentemente su:

    • Pulizia dei vari componenti;
    • Verifica e controllo del funzionamento di tutti gli elementi.

La pulizia degli impianti fotovoltaici

Un’accurata pulizia del fotovoltaico permette all’impianto di offrire una resa migliore. Se i pannelli solari sono sporchi, i raggi del sole vengono assorbiti con minore intensità e la resa energetica è inferiore. Già solo il deposito di polvere può ridurre le prestazioni dell’impianto fino al 7%.
Quindi, il primo aspetto da curare è proprio questo. Infatti, non solo gli agenti atmosferici esterni, come pioggia e vento, possono causare il deposito di polvere, terra e foglie, ma nelle parti più nascoste dei pannelli si possono addirittura trovare nidi di uccelli.
Sarebbe opportuno, in quest’ottica, prevedere una pulizia stagionale, almeno un paio di volte l’anno, in modo che gli elementi esterni non si accumulino, diventando sempre più incrostati e rendendo sempre più difficile l’opera di pulizia.
Per fare il lavaggio degli impianti fotovoltaici bisogna tenere conto di alcuni elementi:

      • È sempre meglio non utilizzare spazzole dure né spugne abrasive, che possono rigare i pannelli solari;
      • Se possibile, si consiglia l’uso di acqua deionizzata e osmotizzata, sempre per evitare di danneggiare la superficie dei pannelli;
      • Evitare l’uso dei solventi. Se si tratta di una pulizia di routine, può essere sufficiente utilizzare sapone neutro. In caso di sporcizia più incrostata si possono usare detergenti appositi antistatici che proteggono il pannello con un film ed evitano che si depositi di nuovo la sporcizia;
      • Asciugare bene i pannelli dopo la pulizia e cercare di rimuovere tutti i possibili aloni. Anche in questo caso schermerebbero i raggi del sole, riducendo l’assorbimento dell’energia e la resa.

Verifica e controllo delle componenti

Tra le azioni di verifica e controllo, è molto importante eseguire le seguenti operazioni:

      • Termografia: si tratta di un procedimento svolto attraverso l’immagine termica dei pannelli. In questo modo si possono rilevare i difetti presenti nei pannelli.
      • Verifica elettrica: il sistema è veramente efficiente? Può esserci una perdita di isolamento? Questo tipo di operazioni permette di controllare la resa e la prestazione dell’impianto, individuando eventuali imperfezioni. In queste verifiche sono compresi il controllo degli inverter e la verifica del cablaggio e de collegamenti elettrici.
      • Controllo dei livelli antigelo: prima della stagione invernale è opportuno verificare che il livello dell’antigelo sia sufficiente e, nel caso, è importante aggiungerne. Infatti, non solo gli sbalzi di temperatura possono danneggiare i pannelli, ma è importante mantenere a una temperatura non troppo rigida tutto l’impianto per evitare guasti.

Quanto costa la manutenzione di un impianto fotovoltaico

Trattandosi di operazioni piuttosto delicate e di controlli che richiedono una certa competenza, oltre al fatto che in alcuni casi sono necessarie attrezzature apposite, è sempre meglio affidarsi a una ditta specializzata.
Anche la pulizia, che potrebbe sembrare un’operazione piuttosto semplice, richiede molta attenzione: non solo in genere i pannelli sono montati a una certa altezza, ma sono delicati da maneggiare.
Fare qualche danno potrebbe costare molto di più che affidarsi direttamente a uno specialista.
Se hai intenzione di programmare la manutenzione del tuo impianto, contatta la tua ditta di fiducia per un preventivo gratuito. Senza dubbio non te ne pentirai.

Questo sito utilizza vari cookie per un corretto funzionamento del sito e per le statistiche. Cliccando su accetto, acconsenti all'uso dei Cookie. In caso contrario consulta la nostra Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi